lunedì 26 settembre 2011

Ogni promessa è debito

E' stata una settimana bella piena e finalmente sono arrivata alla fine. Il problema è che anche questa si prospetta niente male anche questa. Staremo a vedere...
Qualche post fa vi dissi che avrei dato la ricetta dell'Angelcake con crema al burro. Questa torta è molto buona da sola, con la crema e anche come base per le torte, grazie alla sua elasticità. Da sola non è particolarmente grassa perché la base è composta da soli albumi, zucchero e farina, mentre la crema è bella ricca per la presenza di tuorli, zucchero e tanto burro. Però il sapore non è forte come si potrebbe pensare. Si conserva tranquillamente fuori dal frigorifero anche per qualche giorno. Partiamo con la ricetta:

Angelcake:
360 g di albume Le Naturelle
200 g di zucchero semolato; 
5 g di cremor tartaro; 
150 g di farina 180 W (DB); 
150 g di zucchero semolato; 
10 g di limoncello; 
2 g di scorza di limone; 
2 g di sale; 
1 bacca di vaniglia. 
Montate gli albumi con i 200 g di zucchero, il cremor tartaro e la vaniglia;





a parte miscelare la farina setacciata con lo zucchero. Quando gli albumi saranno montati, unire le polveri e mescolare con una spatola dal basso verso l'alto. Aggiungere poi il limoncello, la scorza di limone e il sale. Infornare a 170° per mezz'ora circa.


L'angelcake non va assolutamente sformata prima del raffreddamento completo, anzi, bisognerebbe rovesciare la tortiera e tenerla in equilibrio su una bottiglia e poi tirarlo fuori con l'aiuto di una spatola. Siccome io non ho fatto questa operazione, è venuta un po' male (ma era buona lo stesso!).


Crema al burro:

250 g di zucchero semolato; 
80 g di acqua; 
25 g di glucosio; 
140 g di tuorlo d’uovo Le Naturelle; 
500 g di burro; 
1 bacca di vaniglia; 
30 g di amaretto di Saronno.

Far bollire l'acqua con lo zucchero e il glucosio


nel frattempo montare i tuorli con la vaniglia.


Quando lo sciroppo arriverà a 121°, versarne prima metà nei tuorli con la frusta in movimento, poi ancora a filo continuando a montare.



Aggiungere il burro a pomata un po' per volta, sempre montando la crema, fino a raffreddamento. 






Decorare a piacere e spolverizzare con zucchero a velo.










Per questa ricetta ho usato uova Naturelle grandissime fresche allevate a terra: come le ricette precedenti, usare uova grandissime permette di avere maggior prodotto con minori quantità, la pastorizzazione (zucchero cotto a 121° e versato sulle uova) permette di evitare l'uso di uova freschissime, anche se quelle di Eurovo sono abbastanza fresche, anche in presenza di ricette dove l'uovo si usa a crudo.

Mi piace questa ricetta perché finalmente si usa tutto dell'uovo, senza spreco! All'incirca ce ne vorranno 10-12. Come dicevo prima, il dolce si conserva tranquillamente fuori dal frigo e sta bene in qualsiasi forma.

Per questa ricetta è tutto, alla prossima pasticciata!


                                               Anto.

4 commenti:

  1. Wow, bellissima spiegazione, e poi io ho una certa dipendenza dalle torte semplici con farcitura... l'angel cake mi manca anche se ne sento parlare spesso.. quanto prima proverò la tua, deve essere buonissima...

    RispondiElimina
  2. Sarah, prova perché è buonissima!

    RispondiElimina
  3. Deliziosa questa torta, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  4. Diciamo che è più buona che bella. Ti assicuro che te ne innamori quando la mordi. Cmq, grazie Silvia ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...